Venerdì 16 Ottobre 2009

Il saluto alla Angiolillo, Letta: "Maria, ci siamo tutti"

Roma, 16 ott. (Apcom) - "Maria ci siamo tutti, nessuno è arrivato tardi, era una cosa che ti faceva trepidare e che difficilmente perdonavi". Gianni Letta ricorda Maria Angiolillo, la regina dei salotti salutata oggi a Roma nella chiesa di S.Andrea alle Fratte, a due passi dalla casa di rampa Mignanelli dove per anni, attraverso tante e diverse stagioni politiche e sociali si sono riuniti politici, giornalisti, protagonisti del mondo economico e culturale. E gli affezionati di quelle serate si sono trovati stamani ai funerali, celebrati dal Cardinale Giovanni Battista Re. Tanti nelle prime file, a destra Gianni Letta e il sindaco di Roma Gianni Alemanno, a sinistra Pippo Baudo. E subito dietro poi i ministri Altero Matteoli, Claudio Scajola e Stefania Prestigiacomo, il capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri e altri esponenti della maggioranza. E poi Bruno Vespa, Cesara Buonamici, Roberto D'Agostino e Roberto Arditti, che oggi dirige il Tempo, giornale fondato proprio da Renato Angiolillo. E ancora Ferruccio De Bortoli, Mauro Mazza, Antonio Di Bella, Stefano Folli. Tra i banchi anche Giuseppe Ciarrapico, Francesco Caltagirone Bellavista e Antonio Catricalà, oltre a tre celebri consorti, a Donna Assunta Almirante, Franca Ciampi e Maria Pia Fanfani.

Mdr

© riproduzione riservata