Venerdì 16 Ottobre 2009

Napolitano: pluralismo informazione "valore insostituibile"

Roma, 16 ott. (Apcom) - Giorgio Napolitano esorta a rispettare il pluralismo nell'informazione, "valore insostituibile". Celebrando la giornata dell'informazione, il presidente della Repubblica ha preso come esempio i presenti - e premiati - Giulio Andreotti e Pietro Ingrao per evidenziare l'importanza della "diversità delle voci che debbono trovare spazio, in democrazia, nel grande mondo di una stampa libera, come lo hanno in effetti trovato nel nostro Paese nel corso dei decenni". Il messaggio non è nuovo, ha voluto sottolineare il capo dello Stato. "Già tre anni fa - ha detto - espressi il profondo convincimento circa il carattere discriminante che l'esistenza di una stampa e di un'informazione pluralistiche e libere assume per distinguere la democrazia dal dispotismo". Il presidente della Repubblica ha anche argomentato la necessità di tenere il Quirinale "fuori dalla mischia politica e mediatica", precisando che non si opporrà a chiunque voglia abolire il reato di vilipendio al capo dello Stato. "Chiunque abbia titolo per esercitare l'iniziativa legislativa può liberamente proporne l'abrogazione. Giudichino poi i cittadini - ha detto Napolitano - che cosa è libertà di critica e cosa non lo è nei confronti di istituzioni che dovrebbero essere tenute fuori dalla mischia politica e mediatica".

Gic

© riproduzione riservata