Venerdì 16 Ottobre 2009

Giudice 'pedinato' da Mediaset,garante privacy valuta istruttoria

Roma, 16 ott. (Apcom) - L'Autorità garante per la privacy valuta la possibilità di aprire un'istruttoria sul 'pedinamento mediatico' del giudice che ha condannato Fininvest al mega-risarcimento alla Cir di De Benedetti. Lo ha comunicato il garante, citando la segnalazione dell'Anm su servizi di alcune testate giornalistiche riguardanti la persona del giudice Raimondo Mesiano, "anche al fine di aprire una possibile istruttoria". Il servizio riservato dalla trasmissione Mediaset 'Mattino 5' al giudice Mesiano ha scatenato una tempesta. Anm, Fnsi e numerosi esponenti politici non hanno affatto gradito il 'pedinamento' della troupe di Canale 5 nei confronti del magistrato e l'aver bollato come "stranezze" il fatto che il giudice abbia fumato alcune sigarette mentre attendeva che il barbiere aprisse o l'aver indossato dei calzini azzurri con scarpe bianche. Per i vertici dell'Anm si tratta di una "gravissima campagna di denigrazione e di aggressione nei confronti del giudice" da parte "dei giornali e delle televisioni del gruppo Fininvest e della famiglia Berlusconi", una campagna che lascia "esterrefatti e indignati". Per il presidente della Federazione Nazionale Stampa, Roberto Natale, il servizio su Raimondo Mesiano "rassomiglia molto ad un pestaggio mediatico, del quale peraltro l'onorevole Berlusconi aveva già dato il preavviso nei giorni scorsi. Ci sembra un tema ben più rilevante che non le minacce di ritorsione sul canone Rai al solito segnate dal suo clamoroso conflitto di interessi".

Orm

© riproduzione riservata