Lunedì 19 Ottobre 2009

Mafia/ Ciancimino Jr.: Stanco, non so se ho voglia di continuare

Palermo, 19 ott. (Apcom) - "Sono stanco, non so se ho voglia di continuare". Lo ha detto Massimo Ciancimino entrando questa mattina a Palazzo di Giustizia di Palermo dove lo stanno interrogando i pm di Caltanissetta e Palermo. Il quartogenito rampollo di don Vito, l'ex sindaco di Palermo condannato per mafia, ha detto che da giorni aveva notato presenze strane sotto la sua casa di Bologna. Ieri sera la sua scorta li avrebbe identificati come due carabinieri del Ros. "Non è bello che i Ros - ha detto - mi pedinassero alla vigilia delle dichiarazioni importanti proprio sui Ros, non è il massimo". Questa mattina a Rainews24 Massimo Ciancimino aveva sostenuto che la presunta trattativa tra Stato e Cosa nostra sarebbe iniziata "subito dopo la strage di Capaci, quando venni contattato dal capitano De Donno che voleva parlare con mio padre". L'incontro sarebbe avvenuto a bordo di un aereo. Secondo Ciancimino Jr il padre, si sarebbe autonomamente informato, con sue fonti, per sapere se i due ufficiali dei Ros erano "accreditati e avevano coperture per poter mantenere gli impegni". Cas/Sar

MAZ

© riproduzione riservata