Martedì 20 Ottobre 2009

Champions/ Juve, Ferrara: Abbiamo bisogno dei tre punti

Roma, 20 ott. (Apcom) - Ciro Ferrara potrebbe cambiare il volto della sua Juventus nella sfida di Champions League contro il Maccabi. "Abbiamo lavorato su qualcosa di diverso, ma voglio valutare e aspettare sino a domani. Le scelte vengono prese a volte in base al momento della nostra squadra, a volte in base all`avversario che andiamo ad affrontare. Voglio tenere tutti sulla corda, pronti, attenti, concentrati e cattivi". I bianconeri devono tornare alla vittoria, dopo un periodo contrassegnato da alcune difficoltà in campionato: "Erano in preventivo e non potevo aspettarmi che tutto filasse liscio. La squadra è stata costruita e impostata per tanto tempo in un determinato modo e abbiamo cercato di cambiare. Di sicuro rispetto ad altre squadre siamo quelli che dal punto di vista tattico hanno cambiato di più. Non credo comunque che possa essere tutto considerato un disastro, anzi. Certo è strano che da un po` di partite non si riesca a vincere e l`intenzione è porre fine a questo trend". Ferrara analizza il momento dei bianconeri: "A volte abbiamo fornito buone prestazioni, altre, vedi Palermo, abbiamo giocato male. Contro la Fiorentina, comunque ho visto una squadra tonica, capace di creare occasioni, specie nel primo tempo. C`è differenza tra il pareggio ottenuto con il Genoa o la Fiorentina e quello contro il Bologna. È comunque un momento particolare e noto che c`è desiderio da parte di tutti di tornare al successo". Il ritorno alla vittoria, per la prima volta in stagione, è una necessità assoluta: "In effetti è così, perché in Coppa hai poche possibilità di recuperare. In casa abbiamo già pareggiato la prima partita e quindi abbiamo bisogno dei tre punti". L`astinenza dai tre punti ha portato qualche critica all`indirizzo del tecnico e della squadra: "Non mi aspettavo un periodo d`indulgenza per il fatto di essere alle prime armi e non credo ci sia stato. Avendo ottenuto dei risultati, il problema è semplicemente slittato. Era difficile criticare l`allenatore o la squadra dopo quattro vittorie di fila e dopo un buon precampionato. Le critiche arrivano quando mancano i risultati e ora sono arrivate. Se vengono fatte con i toni giusti, nessun problema. Quando i risultati non arrivano poi, vengono a mancare anche alcune certezze e questo ci spinge a buttar via il pallone o a lanciare lungo. Io non chiedo certo questo e non dobbiamo fare questo tipo di gioco".

CAW

© riproduzione riservata