Martedì 20 Ottobre 2009

'Ndrangheta/Arrestato boss Lo Giudice, 14 mln beni sequestrati

Roma, 20 ott. (Apcom) - Arrestato dalla polizia a Reggio Calabria il boss Luciano Lo Giudice, figlio di Giuseppe Lo Giudice, ucciso nel corso dell'ultima guerra di mafia nel comune di Acilia, capo dell'omonima cosca federata al cartello condelliano. Oltre all'arresto, gli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria hanno sequestrato beni per 14 milioni di euro, tra cui un ristorante e una ditta di rimessaggio a Reggio Calabria e una rivendita di auto di lusso a Milano. Tutte attività nei quali il boss è accusato di aver investito i proventi di estorsione ed usura. Altre due persone, prestanome a cui erano intestate le società sequestrate, sono state sottoposte agli arresti domiciliari. Tutti sono accusati di trasferimento fraudolento di valori al fine di eludere le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniali e l'impiego di denaro e beni di provenienza illecita. (segue)

Red/Gtu

© riproduzione riservata