Martedì 20 Ottobre 2009

GdF e Agcom scoprono 26 tv satellitari porno abusive: 10 denunce

Roma, 20 ott. (Apcom) - Scoperte dalla Gdf e dall'Agcom 26 emittenti televisive satellitari, tutte abusive, che trasmettevano programmi pornografici anche nelle fasce protette senza meccanismi di controllo selettivo a tutela dei minori. Secondo le indagini delle fiamme gialle, i rappresentanti legali di alcuni centri servizi hanno prodotto false dichiarazioni indicando tipologie di servizi offerti al pubblico (quali cartomanzia, astrologia, previsioni del lotto), diverse da quelle, di carattere erotico e pornografico, pubblicizzate dalle emittenti satellitari, con lo scopo di ottenere l'assegnazione delle numerazioni (con prefisso 899, 892 e altri) dai gestori telefonici. Nel dettaglio, 7 emittenti satellitari, ricadenti sotto la giurisdizione italiana, sono state segnalate all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per violazione degli obblighi di programmazione a tutela dei minori stabiliti dal Testo unico della radiotelevisione; nove centri servizi sono stati segnalati all'Agcom per non aver indicato il costo del servizio a carico dell'utente, così come previsto dalla regolamentazione di settore; due titolari di centri servizi sono stati denunciati per falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico; altre otto persone sono state denunciate alla Procura per pubblicazioni e spettacoli osceni. Le attività investigative sono state condotte nell'ambito di un progetto della Commissione europea, per il contrasto alla violazione delle norme a tutela dei minori contenute nella direttiva "Televisione senza frontiere", attraverso la creazione di una banca dati delle denunce riguardanti programmi satellitari provenienti da Stati extracomunitari. Per trasmettere i programmi nei Paesi comunitari, le televisioni si avvalevano di operatori di telecomunicazioni nazionali ("teleporti"), incaricati di veicolare i segnali nell'etere.

Red/Gtz

© riproduzione riservata