Giovedì 22 Ottobre 2009

Regionali, Fini: E' un problema dare Veneto e Piemonte alla Lega

Roma, 22 ott. (Apcom) -La Lega al Nord "ha un for­te consenso popolare" ed "è indispen­sabile alla tenuta del gover­no, ma la "doppia candidatu­ra in Veneto e Piemonte di esponenti leghisti crea pro­blemi oggettivi". Lo afferma il Presidente della Camera Gianfranco Fini, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera in un lungo articolo pubblicato oggi dal quotidiano di via Solferino. Sempre secondo il Corriere della Sera, Fini avrebbe affrontato due settimane fa la questione con Umberto Bossi, rivolgendosi così al leader del Carroccio: "Umber­to, scegli". Resta nel Pdl il 'caso' Galan: un problema "delicatissimo", anche se Fini non crede che il Governatore uscente possa lasciare il Pdl, "penso di no, almeno me lo auguro". Altra Regione, altro problema: la Campania. "Si troverà una soluzione all`interno del parti­to - dice Fini - e sarà indolore se si ragio­nerà con la logica di selezio­nare il nome migliore, e non in base alla provenienza". Su Nicola Cosen­tino sottolinea: "E' il segreta­rio regionale del Pdl, ed è chiaro che una decisione non può essere presa contro di lui, ma lui deve capire che c`è un proble­ma di opportunità", anche se "è chiaro che, visto il suo ruolo, an­drà coinvolto nella scelta". Guarda anche all'Udc, Fini, e al suo leader Pier Ferdinando Casini, "che da politico avveduto fino al 2012 resterà alla finestra", anche se i centristi "in alcu­ne aree" faranno intese con il cen­trodestra.

Tom

© riproduzione riservata