Giovedì 22 Ottobre 2009

Crisi/ Draghi: Nuovi problemi all'orizzonte

Roma, 22 ott. (Apcom) - "Nuovi problemi all'orizzonte". A lanciare l'allarme sulle nuove sfide che attendono il sistema economico mondiale è il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi. Le nuove sfide "all'orizzonte" sono rappresentate dalla disoccupazione crescente, dal forte aumento dei debiti pubblici e dalla necessità di aumentare i potenziali di crescita, ha affermato Mario Draghi nel suo intervento alla riunione annuale della società italiana degli economisti. "Nuovi problemi - ha detto Draghi - sono all'orizzonte: come uscire dalla misure eccezionali di sostegno alle economie di molti Paesi; come rientrare da tendenze alla lunga insostenibili dei debiti pubblici; come disegnare nuove regole per il settore finanziario e contenere il problema dell'azzardo morale, una delle più gravi eredità che questa crisi ci lascia per gli anni a venire; come alleviare le sofferenze del mercato del lavoro; come aumentare un potenziale di crescita che rischia di essere durevolmente ridotto dagli effetti della crisi". "Di fronte a questi problemi - ha concluso il governatore - la corretta analisi economica è più che mai necessaria per produrre quelle proposte concrete, quantificate, motivate, che sono alla base di una politica economica efficace".

Glv/Kat

© riproduzione riservata