Venerdì 23 Ottobre 2009

Polanski, gli Stati Uniti chiedono l'estradizione alla Svizzera

Berna, 23 ott. (Apcom) - Gli Stati Uniti hanno presentato alle autorità elvetiche una richiesta di estradizione per Roman Polanski, il regista franco-polacco arrestato in Svizzera lo scorso 26 settembre. La richiesta formale di estradizione presentata dall'ambasciata americana è giunta ieri sera all'Ufficio federale di Giustizia elvetico, secondo il comunicato diffuso stamane. In base al trattato di estradizione tra i due paesi, gli Stati uniti disponevano di 40 giorni di tempo per presentare la domanda. Il regista è stato arrestato dalle autorità elvetiche il 26 settembre durante il Zuerich Film Festival. Roman Polanski, Oscar come miglior regista (2003) e Palma d'Oro a Cannes (2002) per "Il Pianista", è ricercato dagli Stati Uniti per un caso di violenza sessuale su una tredicenne risalente al 1977. Il suo arresto ha suscitato una viva polemica, in particolare in Francia, dopo che numerose personalità della politica e della cultura gli hanno espresso il loro sostegno. Le autorità giudiziarie elvetiche, in considerazione dell'alto "rischio di fuga", hanno disposto che il regista, 76 anni, debba rimanere in carcere. Ieri, per la prima volta, uno dei legali di Polanski aveva prospettato la possibilità che il regista si consegnasse volontariamente agli Stati uniti.

Red

© riproduzione riservata