Venerdì 23 Ottobre 2009

Iran/ Mosca dice sì ad accordo, si aspetta risposta Teheran

Roma, 23 ott. (Apcom) - La Russia accetta la proposta dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica in base alla quale l'uranio iraniano destinato a usi civili verrà arricchito in larga parte sul territorio russo. Lo ha annunciato il ministro degli affari esteri di Mosca Sergei Lavrov. A Vienna si attende ancora per oggi la risposta dell'Iran, oltre a quella della Francia e degli Stati uniti, sulle quali non si nutrono dubbi. Il direttore dell'Aiea, Mohammed ElBaradei, aveva presentato mercoledì scorso ai negoziatori di Iran, Stati Uniti, Russia e Francia riuniti a Vienna, una bozza di accordo per trovare una soluzione alla crisi sul programma atomico iraniano. Questa prevede il trasferimento in Russia prima della fine dell'anno di 1.200 kg di uranio leggermente arricchito, prodotto nell'impianto iraniano di Natanz affinché venga nuovamente arricchito. Dopodiché l'uranio sarà inviato in Francia per la fabbricazione di combustibile per poi tornare in Iran ed essere utilizzato a fini di ricerca.

Fcs/Bea

© riproduzione riservata