Venerdì 23 Ottobre 2009

Afghanistan/ Rasmussen: accordo Nato per accelerare transizione

Roma, 23 ott. (Apcom) - I ministri della Difesa della Nato hanno concordato oggi sulla necessità di accelerare il processo di transizione in Afghanistan, "consegnando progressivamente la responsabilità della sicurezza all'esercito afgano e alle forze di polizia locali". Lo ha confermato il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, incontrando la stampa a margine del vertice dei ministri della Difesa dell'Alleanza a Bratislava. "Voglio essere chiaro", ha però precisato Rasmussen. "Non abbiamo raggiunto un accordo sull'avvio del passaggio di consegne. Le condizioni non sono ancora mature, le forze di sicurezza afgane non sono sufficientemente forti". Ma il processo di transizione, ha insistito il leader della Nato, "dovrà avvenire, distretto per distretto, quando le condizioni lo consentiranno. E ciò accadrà. Non possiamo e non dobbiamo avere la responsabilità in Afghanistan per sempre. Nessuno vuole questo", ha commentato. D'altra parte, secondo Rasmussen, la transizione in Afghanistan "non può essere solo militare". "Rendere il paese forte abbastanza da resistere al terrorismo significa avere più di un esercito e di una forza di polizia efficace", ha precisato il segretario generale dell'Alleanza. "Questo significa avere un governo in cui credere, in cui avere fiducia". Ed è anche per questa ragione, ha aggiunto Rasmussen, che "la Nato farà pienamente la sua parte per garantire la sicurezza durante il ballottaggio".

Coa

© riproduzione riservata