Lunedì 26 Ottobre 2009

Governo/ Bossi dice sì a Tremonti vice premier

Milano, 26 ott. (Apcom) - Il leader della Lega Umberto Bossi appoggia senza mezzi termini l'ipotesi di nominare Giulio Tremonti vice premier e garantisce: questo non significa in alcun modo commissariare Berlusconi. Parlando a Barlassina, vicino a Monza, mentre ad Arcore è in corso il vertice tra il premier ed i coordinatori della Pdl anche sulla 'questione Tremonti', il ministro delle Riforme si è sbilanciato, appoggiando pubblicamente l'ipotesi di nominare il titolare del ministero dell'Economia vice primo ministro. A margine dell'inaugurazione di un supermercato, accompagnato dal ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia, a chi gli chiedeva se Tremonti deve diventare vicepremier, Bossi ha risposto: "Secondo me sì". "Dal punto di vista economico - ha detto Bossi - è un ottimo ministro, poi ha tutti i contatti che servono in Europa". Il leader della Lega ha quindi aggiunto che "Tremonti ha in Europa tutte le conoscenze giuste e se l'Europa insiste, c'e' il rischio di dover aumentare le tasse per decreto. Lui è una garanzia perchè frena gli spendaccioni. L'Europa - ha aggiunto Bossi - serve nelle grandi crisi ma poi bisogna rispettare tutte le sue regole". Nessun commissariamento del premier, però. "Sono tutte stupidaggini. Tremonti - garantisce Bossi - e' amico di Berlusconi, gli vuole bene e non farebbe mai una cosa del genere". Una battuta anche sulle regionali: Bossi ha confermato che la Lega avra' il candidato presidente per il Veneto. E a chi chiedeva se il candidato del centrodestra alla regione sarà l'attuale ministro dell'Agricoltura, Zaia, Bossi ha replicato: "Per adesso abbiamo solo il Veneto. Siete voi che fate casino perche' non sapete cosa scrivere"

Red-rcc

© riproduzione riservata