Domenica 01 Novembre 2009

Emilia R./ Estetista strangolata, fermato il presunto assassino

Roma, 1 nov. (Apcom) - La squadra mobile di Bologna ha fermato il presunto responsabile della morte di Marina Gaido, l'estetista 41enne trovata morta strangolata ieri sera nella propria abitazione in via Angelo Pio alla periferia del capoluogo emiliano. Si tratta di R.C., milanese di 45 anni, incensurato, celibe, di professione broker 'freelance', residente a Bologna. L'uomo era semplicemente un amico della donna, non il compagno. Era stato individuato subito dopo il ritrovamento del cadavere come uno degli ultimi ad essere entrato nell'appartamento della vittima. Portato in commissariato, nella notte ha completamente ammesso di aver ucciso Marina Gaido. Avrebbe detto di averlo fatto "in preda a un raptus", non sessuale, ma causato forse da una lite. Un particolare sul quale gli investigatori ancora devono fare piena luce. D'intesa con la Procura della Repubblica di Bologna l'uomo è stato posto in stato fermo: l'accusa nei suoi confronti è omicidio volontario.

Sav

© riproduzione riservata