Lunedì 02 Novembre 2009

Nuova influenza/ Un'altra vittima a Napoli, è la 13ma in Italia

Roma, 2 nov. (Apcom) - Nuova vittima in Italia della 'nuova influenza' A/H1N1, ancora una volta a Napoli: si tratta di una donna di 45 anni, deceduta questa mattina all'ospedale partenopeo Cotugno. La donna era ricoverata presso la sala di rianimazione dell'ospedale napoletano già da alcuni giorni, era poi risultata positiva al test del virus e avrebbe avuto già patologie pregresse. A Napoli è la settima vittima riconducibile all'A/H1N1, la tredicesima in Italia secondo il vice ministro della Salute Ferruccio Fazio, che oggi in un'intervista al Corriere della Sera ha rassicurato sulla diffusione della pandemia: "Questa influenza non è pericolosa per la salute - dice - è solo molto più contagiosa. In compenso, ha un grado di letali¡tà dieci volte inferiore a quello di una qualsiasi altra influenza classica", ha detto. Secondo Fazio la consegna dei vaccini non è in ritardo ("al contrario sono arrivati prima") e i bambini non rischiano più degli altri nel contrarre il virus: "Per i bambini l'influenza non è un pericolo. La prendono facilmente, ma la superano bene. Però sono il maggior veicolo di trasmissione. Per questo devono essere immunizzati". In Italia, ha concluso il vice ministro, "su oltre 400 mila casi" si sono verificati "12 morti", 13 contando la donna di Napoli di oggi: "Ma il virus H1N1 ha ucciso una sola volta. L`unica vittima della nuova influenza è la donna morta a Messina il mese scorso di polmonite. Gli altri erano persone con gravi patologie già esistenti, dunque già a rischio di per sé. Per quanto riguarda la bambina di Napoli aspettiamo i risultati dell'autopsia prima di trarre conclusioni".

Sav

© riproduzione riservata