Lunedì 02 Novembre 2009

Calcio/ Spalletti: La nazionale è un sogno, mi sentirei pronto

Roma, 2 nov. (Apcom) - Disoccupato da un paio di mesi dopo le dimissioni da allenatore della Roma, Luciano Spalletti ammette che "allenare la nazionale è il sogno di ogni allenatore" e che lui si sentirebbe "pronto" anche per guidare gli azzurri. "Una nazionale estera o l'Italia, mi piacerebbe", ha detto questa mattina Spalletti presenziando all'evento di uno sponsor ospitato in federcalcio a Roma. Birra Peroni è infatti al fianco della Figc nella lotta alla Sla e Spalletti è testimonial e allenatore della fanta squadra dello sponsor. "Il mio è un impegno importante così come è importante e determinato l'avversario, la sla", ha detto Spalletti. "Per questo sceglierò uomini che vogliono lottare ed il mio capitano sarà Stefano Borgonovo. Proprio per questo perché lui come altri non si arrende. E saprà trasmetterlo a tutti. Ero fanta allenatore Peroni anche l'anno scorso e ora che sono disoccupato avrò questa cosa a cui dedicarmi". Ma la formazione? "Consigli, Mantovani, Bonucci, Ranocchia, Maggio, Gazzi, Palombo, Doni, Mannini, Marchionni, Borgonovo" Nessuno della Roma "Ho deciso così, altrimenti li avrei dovuti convocare tutti", ha scherzato Spalletti.

CAW

© riproduzione riservata