Martedì 28 Aprile 2009

Cina; Conferito premio letterario al dissidente Liu Xiaobao

Roma, 28 apr. (Apcom) - Al dissidente cinese Liu Xiaobao verrà consegnato oggi uno dei più prestigiosi premi letterari al mondo, il "PEN/Barbara Goldsmith Freedom to write" che, scrive The Times, viene conferito ogni anno dal PEN American Center ad autori che si battono per la libertà di scrittura. Ma Liu, 54 anni, non potrà ricevere di persona il premio perché si trova in una cella di isolamento senza finestre e in un posto sconosciuto in Cina dal dicembre scorso. L'uomo è stato incarcerato per essere stato tra i promotori di Charta 08, il documento firmato già da diverse migliaia di cinesi in favore dell'instaurazione di un regime democratico e del rispetto dei diritti umani in Cina. Il presidente del PEN American Center, Anthony Appiah, spiegando perché il premio è stato conferito a Liu, ha detto: "Le libertà che rendono significative le nostre vite dipendono sempre da persone, come Liu Xiaobo, che hanno messo a rischio la loro libertà. Il suo notevole sacrificio per la causa della democrazia in Cina dovrebbe ispirare tutti coloro nel mondo che amano la libertà". Liu Xia, moglie di Xiaobo, ha detto di essere molto preoccupata per il marito che ha potuto vedere solo due volte da quando si trova in prigione. Il dissidente non è nuovo al carcere. E' già stato imprigionato diverse volte fin dal 1989, quando aveva convinto alcuni studenti che partecipavano alle proteste di Piazza Tiananmen a manifestare in modo non violento. In un articolo comparso sempre oggi su The Times, Liu rivela la sua gratitudine a internet che, superata l'iniziale diffidenza per il computer, gli ha permesso di eludere in parte la censura del Partito comunista cinese e di raggiungere diversi lettori in tutto il mondo.

Chb

© riproduzione riservata