Domenica 29 Marzo 2009

Comore; Mayotte, vince sì alla Francia; Sarkozy: momento storico

Mamudzou, 29 mar. (Apcom) - L'isola francese di Mayotte diventerà il centounesimo dipartimento della Francia: il risultato del referendum - pur con uno scrutinio ancora parziale, il 58% dei voti - non sembra lasciare dubbi, visto che il "sì" ha ottenuto il 94,1% delle preferenze. Dubbi non ne nutre l'Eliseo che ha già diffuso un comunicato nel quale il presidente Nicolas Sarkozy ha definito il successo della consultazione "un momento storico sognato da molte generazioni". Si allontana così ulteriormente la prospettiva di una riunificazione di Mayotte con le altre tre isole dell'arcipelago delle Comore (difesa anche dall'Unione Africana), che la considerano un "territorio occupato" dalla Francia e che avevano chiesto a Parigi di rinunciare alla consultazione popolare, ritenuta peraltro legalmente "nulla e mai celebrata". L'isola fa infatti parte dell'arcipelago, situato a nord del Madagascar, ma ha rifiutato per ben due volte l'indipendenza dalla Francia nel 1974 e nel 1976 e per questo si è staccata politicamente dalle Comore per diventare ufficialmente una "collettività d'oltremare" - e ora un dipartimento vero e proprio. Tutti i partiti locali avevano invitato a votare "sì" - nella speranza che il nuovo status amministrativo migliori le prospettive economiche dell'isola, che ha un Pil tre volte inferiore e a quello della Reunion ma nove volte superiore a quello delle vicine Comore: unica voce di dissenso quella dei dignitari musulmani che temono l'abrogazione di alcuni privilegi tradizionali quali la poligamia e la riduzione dei poteri del cadì, il giudice islamico.

Mgi

© riproduzione riservata

Tags