Giovedì 23 Aprile 2009

Costituzione;Cicchitto: Discorso Napolitano non attacca premier

Roma, 23 apr. (Apcom) - Il discorso del capo dello Stato Giorgio Napolitano sulla Costituzione è stato "un ragionamento equilibrato e rivolto a tutti. Non leggo nelle parole del Presidente un attacco al premier". Così il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto in un'intervista al Corriere della Sera. Quello del presidente della Repubblica ieri a Torino è quindi "un revisionismo istituzionale ben temperato": Cicchitto rileva infatti che "è positivo che il Presidente si ponga in posizione non conservatrice rispetto ai meccanismi istituzionali e che, anzi, apra rispetto all'ipotesi già in campo di un rafforzamento dei poteri del premier". Cicchitto, nel corso dell'intervista, difende anche l'esecutivo sul presunto abuso di decreti e fiducia, sollevato proprio da Napolitano: "Oggi - afferma Cicchitto - il problema da affrontare è la lentezza del processo decisionale del Parlamento che frena il Paese e - aggiunge - se l'esecutivo fa uso frequente di decreti e fiducia è proprio perchè serve un'ulteriore riforma dei regolamenti, come una riforma istituzionale". Sulla possibilità che il governo vada avanti nel percorso di riforme istituzionali con il concorso dell'opposizione, infine, Cicchitto spiega che "si sta cercando un confronto equilibrato, aperto. Ma non concederemo potere di veto all'opposizione - conclude - altrimenti sarebbe la paralisi".

Gic

© riproduzione riservata