Domenica 29 Marzo 2009

India; La politica punta su star di Bollywood per attrarre voti

Roma, 29 mar. (Apcom) - E' caccia aperta in India alle star di Bollywood: con proposte politiche assai simili, i due principali partiti del paese, il partito del Congresso, ora al potere, e il partito Bharatiya Janata (BJP), all'opposizione, cercano di fare la differenza cercando di accaparrarsi gli attori e le attrici più famosi per procacciarsi voti in vista delle elezioni del prossimo mese. Ogni settimana, scrive The Times, le star vengono contattate per diventare potenziali candidati. Vijayshanti, 44 anni, la "regina del cinema d'azione indiano", Smriti Irani, 32 anni, diventata famosa per aver interpretato la timida casalinga di una popolare soap opera, e l'ex Miss Mondo, Aishwarya Rai, 35 anni, sono state contattate ma non si sa se tutte sono pronte a lasciare il cinema per la carriera politica. Dati quasi per certi ad entrare nell'arena politica sono invece il bello e tenebroso Shahrukh Khan, 43 anni, e l'attrice Preity Zinta, 34 anni, che è anche proprietaria di una squadra di cricket della Premier League indiana. Il partito del Congresso, guidato da Sonia Gandhi e da suo figlio Rahul, sostiene che Nandita Morarji, 34 anni, stella del cinema Tamil, si candiderà insieme all'attore comico Govinda, 45 anni, e al veterano del cinema del Punjab, Raj Babbar, 56. L'opposizione dice di aver arruolato tra le sue fila Amisha Patel, 32 anni, interprete di un recente blockbuster indiano. Punta su una generazione di attori più anziana il BJP con Shatrughan Sinha, 62 anni, che oltre ad essere stato una superstar di Bollywood tra gli anni Settanta e Ottanta è stato anche ministro e politico di alto profilo, che avverte: arruolare star del cinema può essere una strategia debole, utile per l'immagine ma non necessariamente per attrarre voti.

Chb

© riproduzione riservata