Sabato 25 Aprile 2009

M.O.; Lieberman: la Siria non è un vero partner per la pace

Roma, 25 apr. (Apcom) - Il ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Lieberman, ritiene che la Siria non possa essere considerata "un vero partner" per un accordo di pace con Israele perchè sostiene organizzazioni terroristiche palestinesi e libanesi e appoggia il programma nucleare iraniano. "La Siria sostiene Hezbollah e i suoi traffici di armi nel sud del Libano - ha detto Lieberman in un'intervista al quotidiano austriaco Kleine Zeitung, riportata da Haaretz - la Siria sostiene il programma nucleare iraniano. Per questo io non posso considerare la Siria un vero partner per qualsiasi tipo di accordo". Il ministro ha quindi sottolineato l'ospitalità offerta da Damasco alle organizzazioni palestinesi di Hamas e Jihad islamica. La Siria ha sospeso i negoziati indiretti avviati con Israele attraverso la mediazione della Turchia a causa dell'offensiva lanciata lo scorso dicembre dallo Stato ebraico nella Striscia di Gaza, ma le autorità siriane si sono dette pronte a riprendere il negoziato. All'inizio del mese, il ministro degli Esteri siriano, Walid Moallem, ha espresso la disponibilità del suo Paese a riavviare i colloqui indiretti a condizione che si discuta del ritiro israeliano dalle Alture del Golan entro la linea di confine precedente la guerra del 1967. Anche la Turchia si è detta pronta a riprendere il suo ruolo di mediatore.

Sim

© riproduzione riservata