Lunedì 27 Aprile 2009

Roma, tenta il suicidio gettandosi nel Tevere: salvato

Roma, 26 apr. (Apcom) - Ha deciso di suicidarsi e si è gettato nel Tevere. A salvarlo sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato del commissariato Fiumicino, chiamati da alcuni cittadini che avevano assistito al gesto e che avevano tentato di dissuaderlo senza risultato. Quando i poliziotti sono arrivati, il giovane stava già sprofondando nelle torbide acque del fiume. Gli agenti sono comunque riusciti a ripescarlo e a riportarlo sano e salvo sulla banchina. Ma il giovane, sotto i fumi dell'alcol, non è sembrato apprezzare il salvataggio e, appena riprese le forze, ha dato in escandescenze, cercando di rigettarsi nel fiume per portare a termine il suicidio. Nuovamente bloccato, N.V.A., romeno di 29 anni, è stato affidato alle cure di un medico del 118, ed è stato portato all'ospedale Grassi di Ostia, scortato anche dai poliziotti, che hanno voluto accertarsi che il giovane, estremamente agitato e determinato a portare a termine il suo proposito, non avesse altre bizzarre idee prima dell'arrivo in ospedale.

Red/Apa

© riproduzione riservata