Giovedì 07 Maggio 2009

Sicurezza;Alfano:Manteniamo impegni,Paese chiede tolleranza zero

Roma, 7 mag. (Apcom) - Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, in un'intervista al Sole 24 Ore, fa il punto su giustizia e sicurezza e annuncia la 'Tolleranza Zero', sottolineando la necessità di porre la fiducia su "ddl sicurezza e intercettazioni per rispettare gli impegni con gli elettori". "Noi - dice Alfano - interpretiamo il nostro tempo nel nostro Paese e i segnali che abbiamo ci impongono una determinata politica: sulla sicurezza abbiamo deciso di imboccare una via di straordinaria durezza, perchè il bisogno di sicurezza del Paese merita una politica criminale severa e rigida". Il Guardasigilli assicura quindi che in materia "la maggioranza è compatta" e che " è fisiologico che su singoli aspetti ci sia qualche distinguo". Inoltre, attacco al Pd e alle critiche rivolte al Ddl sicurezza, che secondo il segretario dei Democratici, Dario Franceschini, "contiene leggi razziali". "La migliore risposta - replica Alfano - l'hanno data gli italiani alle elezioni e poi i romani quando hanno bocciato la politica della sinistra proprio sulla sicurezza. Se al Pd va bene perdere su questo tema continuando a dire che noi lo cavalchiamo, contenti loro, contenti noi...''. Infine, sulla doppia fiducia autorizza dal Consiglio dei ministri per il ddl sicurezza e per le intercettazioni, Alfano osserva che non c'è stata "nessuna contropartita" con la Lega e "nessuna forzatura, nessun malumore nella maggioranza, solo l'esigenza di approvare prima della tornata elettorale i due provvedimenti e dimostrare che il governo ha rispettato gli impegni". Inoltre, sottolinea il ministro, "con la fiducia il governo mette in gioco se stesso".

Gic

© riproduzione riservata