Lunedì 11 Maggio 2009

Sisma Abruzzo; Entro settembre 20 nuclei abitativi prefabbricati

Roma, 11 mag. (Apcom) - All'Aquila non ci sarà nessun villaggio di casette di legno ma venti nuclei abitativi prefabbricati a più piani realizzati in legno lamellare e calcestruzzo compresso su un`apposita piattaforma antisismica: questo - secondo quanto riportato dalla Sir, Servizio di informazione religiosa - il progetto del capo della Protezione civile Guido Bertolaso che, non limitandosi alle parole, questo pomeriggio ai parroci della diocesi aquilana riuniti alla scuola della Gdf a Coppito, ha mostrato le immagini dei venti nuclei abitativi che sorgeranno sul comune dell`Aquila "entro fine settembre". Ai parroci Bertolaso ha spiegato - rivela la Sir - che saranno quartieri immersi nel verde con 30 o 40 famiglie per nucleo abitativo, con scuole, asili, chiese e centri per gli anziani. Nei piccoli paesi, invece, si provvederà con le casette di legno. E oltre cinquecento tecnici sono già al lavoro per i sopralluoghi. Non è ancora chiaro il numero esatto degli sfollati che abiteranno in questi quartieri, perché al momento si parla di stime e i dati precisi si avranno solo alla fine dei sopralluoghi della Protezione civile a inizio giugno. Gli sfollati, secondo gli ultimi dati della Protezione Civile sono 65.280 di cui 31442 nelle 170 tendopoli e 32920 in alberghi e case. Al momento il 52,4 per centro degli edifici è risultato agibile mentre il 24,4, uno su quattro, è inagibile. Da questi dati si può fare una stima di 15mila persone che dovranno trovare posto in questi quartieri, ha spiegato Bertolaso aggiungendo che una parte della popolazione verrà sistemata negli appartamenti sfitti presenti in città, che verranno affittati dallo Stato mentre chi troverà una sistemazione autonoma potrà contare su un contributo mensile.

Gtu

© riproduzione riservata