Martedì 31 Marzo 2009

Sudafrica2010; Lippi:Italia obbligata a vincere,anche contro Eire

Roma, 31 mar. (Apcom) - Contro un avversario che "finora ha giocato un girone splendido", lontana dagli azzurri "appena 2 punti", Marcello Lippi si aspetta dalla sua Italia una vittoria, "perché è il risultato che questa squadra ha l'obbligo di inseguire sempre, contro chiunque ed il qualunque circostanza". Con molta attenzione però ad un Eire, che oltre a contendere all'Italia il primato nel Gruppo 8 delle qualificazioni ai Mondiali di Sudafrica 2010, è allenato dall'ex ct azzurro Giovanni Trapattoni. "Grande rispetto per un avversario e per chi lo guida, visto che il Trap sa sfruttare al massimo la potenzialità della sua squadra", ha detto oggi Lippi alla vigilia del match di Bari. E sull'accoglienza che la città che ospiterà il match di domani offrirà agli azzurri, pesa l'incertezza per la mancata convocazione del figlio prediletto, Antonio Cassano. "Mi aspetto che Bari faccia quello che fanno tutte le città italiane quando arriva la nazionale", ha detto Lippi. "Mi aspetto un grande tifo perché alcuni di questi ragazzi straordinari due anni fa hanno regalato all'Italia qualcosa di straordinario, mentre altri stanno provando a regalare qualche altra cosa. Per il resto la gente è libera di fare quello che vuole, nessuno glielo impedisce".

CAW

© riproduzione riservata