Sabato 31 Gennaio 2009

Tennis, Australian Open: Safina spazzata via, titolo a Serena

Roma, 31 gen. (Apcom) - Sono bastati due set e 58 minuti di gioco alla statunitense Serena Williams per sbarazzarsi della russa Dinara Safina e per portarsi a casa gli Australian Open femminili di tennis, prima prova stagionale del Grande Slam disputata a Melborune e dotata di un montepremi complessivo da 15,44 milioni di dollari. 6-0, 6-2 i parziali di una finale assolutamemte senza storia, con la testa di serie numero 2 del tabellone a dominare senza pietà la numero 3 del seeding. Quarta affermazione in Australia per Serena, che aveva già vinto a Melbourne nel 2003, nel 2005 e nel 2007, decimo Slam in carriera per quella che è stata la tredicesima finale della Williams. La prossima settimana la statunitense tornerà anche al numero 1 del ranking Wta. Che per la Safina fosse una brutta serata, lo si è capito sin dal primo game, ceduto alla Williams con tre doppi falli. La statunitense ha poi portato a casa 18 dei successi 20 punti giocati e chiuso il primo set in soli 22 minuti. Escluse le finali interrotte anzitempo per infortuni, quella di oggi è stata la più squilibrata dal 1962, quando Margaret Smith sconfisse Jan Lehane per 6-0, 6-2. Una piccola delusione comunque per una Rod Laver Arena comunque non esaurita in tutti i suoi quindicimila posti. Il secondo set ha permesso alla Safina quanto meno di salvare l'onore, e incoraggiata dal pubblico, è riuscita anche a strappare il servizio alla Williams nel primo gioco. Ma la sconfitta è sempre apparsa inevitabile. Alla fine Serena, che ieri aveva vinto anche il torneo di doppio in coppia con la sorella Venus, ha chiuso con 23 colpi vincenti in tabellino, portando a casa il ventesimo Slam complessivo della sua carriera.

Cep

© riproduzione riservata