Addio a «Gina» Maffioletti  Una vita tra famiglia e 2 ruote
«Gina» Maffioletti con il marito Tarcisio

Addio a «Gina» Maffioletti
Una vita tra famiglia e 2 ruote

Una donna guerriera conosciuta e apprezzata, soprattutto nel mondo del ciclismo. È sempre stata al fianco del marito Tarcisio e dei figli nella conduzione del negozio di bici di Villa d’ Almè «Cicli Maffioletti» e dal 1947 la loro casa è stata anche la casa di moltissimi corridori e campioni.

Un ultimo sorriso ai suoi figli e poi ha chiuso gli occhi, per sempre. Se n’è andata così, Angela Gotti, soprannominata «Gina», vedova Maffioletti, domenica mattina alle 9. Novantasette anni compiuti il 1° gennaio e una vita dedita alla famiglia, al lavoro e al volontariato. Una donna guerriera conosciuta e apprezzata, soprattutto nel mondo del ciclismo. È sempre stata al fianco del marito Tarcisio e dei figli nella conduzione del negozio di bici di Villa d’ Almè «Cicli Maffioletti» e dal 1947 la loro casa è stata anche la casa di moltissimi corridori e campioni.

«Mamma si è spenta lentamente, non aveva alcun male, se n’è andata serenamente, sorridendoci- racconta Giacomo -. Abbiamo avuto la fortuna di avere dei genitori che ci hanno insegnato valori autentici. Papà Tarcisio (morto il 23 dicembre 1999) ci ha insegnato a lavorare, a essere onesti, a dire sempre la verità; mamma ci ha insegnato la gioia di vivere, la serenità, il senso della famiglia, dell’ospitalità e del volontariato». I funerali si svolgeranno martedì alle ore 15 partendo dalla Chiesetta dell’ Addolorata per la Parrocchiale di Villa d’Almè.


© RIPRODUZIONE RISERVATA