Aggredisce a calci e pugni agenti Polfer Treviglio, 20enne arrestato su un treno

Aggredisce a calci e pugni agenti Polfer
Treviglio, 20enne arrestato su un treno

Dieci e quindici giorni di prognosi ai due agenti aggrediti dopo una richiesta di generalità avvenuta su un convoglio domenica 12 agosto.

L’episodio si è verificato a seguito di una delle tante richieste di generalità a bordo di un treno, i due agenti della Polfer di Treviglio, hanno subìto un’aggressione da parte di un ventenne senegalese il quale, dopo essersi accanito con calci e pugni contro gli operatori, è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto generalità, lesioni e danneggiamento.

Altri due episodi in questi giorni si sono verificati in Lombardia. Il primo a Milano Centrale. In questo caso si è trattato di un italiano 22enne di origini marocchine. Il giovane è stato arrestato dagli agenti. A suo carico un ordine di esecuzione pena per reati contro la persona commessi anni addietro.

Altri due poliziotti sono stati, invece, aggrediti nei pressi del Posto Polfer di Pavia. Questa volta il responsabile è un ghanese di trent’anni che, alla legittima richiesta degli operatori di allontanarsi dall’interno della stazione, dove aveva montato un giaciglio improvvisato per trascorrere la notte, ha reagito opponendo resistenza e sferrando calci contro gli agenti. Datosi alla fuga, è stato bloccato subito dopo nel piazzale della stazione e arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Il bilancio della Polizia ferroviaria sino a quato punto dell’anno è di 1.428 persone identificate di queste 676 gli stranieri di cui 17 irregolari. 34 le contravvenzioni elevate, 3 arresti, 50 denunce in stato di libertà.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA