Cavi rubati, azienda resta al buio La polizia scova il furgone: un arresto

Cavi rubati, azienda resta al buio
La polizia scova il furgone: un arresto

Bergamasco di 42 anni arrestato all’altezza di Covo: era a bordo di un furgone rubato insieme a cavi di rame in una ditta del Veronese.

Tutto è cominciato a Sona, nel Veronese, dove sabato sera sono spariti un furgone e tutti i cavi di rame all’interno di una ditta (rimasta al buio e senza poter utilizzare i macchinari). Il rame è definitivamente scomparso, mentre il furgone è stato intercettato sull’autostrada Brebemi da una pattuglia della Polstrada di Chiari a 24 ore dal furto: il furgone con a bordo due persone è incappato negli agenti attorno alle 23,45, all’altezza di Covo. Uno dei due occupanti è riuscito a fuggire, l’altro è finito in manette: si tratta di un 42enne di Ghisalba già noto per simili reati. Il giudice di Bergamo, dopo aver convalidato l’arresto con l’accusa di ricettazione, ha disposto i domiciliari in attesa del processo.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 17 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA