Dalmine, 45enne guida ubriaco Fermato, di professione è autista

Dalmine, 45enne guida ubriaco
Fermato, di professione è autista

Aveva un tasso alcolemico di 1,6 g/l, è stato denunciato in stato di libertà e tolta la patente. Nel fine settimana sono stati 50 i veicoli e 100 le persone controllate nella Bassa dai carabinieri.

Anche durante questo week-end i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno messo in atto un nuovo pattuglione per il controllo straordinario del territorio del Bassa Bergamasca.

A Dalmine, i carabinieri del locale Comando Stazione insieme agli Agenti della Polizia Locale cittadina hanno denunciato in stato di libertà un 45enne italiano del posto, di professione autista, controllato alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico di 1,6 circa g/l. Oltre al deferimento a piede libero dell’uomo, gli veniva ritirata immediatamente la patente di guida, nonché decurtati 10 punti dalla stessa.

Sempre a Dalmine è stato denunciato in stato di libertà un 33enne italiano della provincia di Milano, controllato alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico di 1 circa g/l. Oltre al deferimento a piede libero dell’uomo, gli veniva ritirata immediatamente la patente di guida, nonché decurtati 10 punti dalla stessa.

Denunciato in stato di libertà un 26enne italiano della provincia di Bergamo, controllato alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico di 1,1 circa g/l. Oltre al deferimento a piede libero dell’uomo, gli veniva ritirata immediatamente la patente di guida, nonché decurtati 10 punti dalla stessa.

A Ciserano, invece, i carabinieri della Stazione di Zingonia hanno denunciato in stato di libertà un 40enne italiano del posto, controllato alla guida della propria autovettura in stato di alterazione psico-fisica derivante verosimilmente dall’abuso di alcol. L’uomo si è però rifiutato di sottoporsi all’alcoltest. Oltre al deferimento a piede libero dell’uomo, gli veniva ritirata immediatamente la patente di guida, nonché decurtati 20 punti dalla stessa.

A Caravaggio, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato su ordine di carcerazione un 39enne italiano. Il Tribunale di Sorveglianza di Brescia ha revocato la misura alternativa dell’affidamento in prova al servizio sociale dopo la segnalazione dei militari dell’Arma a carico dell’uomo rimasto coinvolto in una violenta lite con altri soggetti, tra l’altro in stato di ubriachezza. Il 39enne è stato così riportato in carcere a Bergamo dove continuerà appunto a scontare la sua pena per una condanna definitiva per reati contro la persona ed il patrimonio.

Ad Arcene , i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviglio hanno denunciato in stato di libertà un 50enne per evasione. L’uomo, in regime di detenzione domiciliare per una condanna definitiva per reati contro il patrimonio, ha violato la misura restrittiva in atto, come appunto accertato dai militari dell’Arma durante un ordinario controllo. La sua posizione è ora al vaglio della Magistratura Bergamasca.

Complessivamente i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno controllato oltre 100 persone e circa 50 automotoveicoli, contestando tra l’altro sanzioni amministrative per il CDS per un valore complessivo di diverse migliaia di euro e sequestrando, inoltre, diverse autovetture, per lo più per mancata copertura assicurativa (violazione purtroppo sempre più riscontrata anche sulle strade della nostra provincia).


© RIPRODUZIONE RISERVATA