Martinengo, arrestato stalker 47enne  «Era un incubo per l’ex compagna»

Martinengo, arrestato stalker 47enne
«Era un incubo per l’ex compagna»

Insulti, minacce e pedinamenti che facevano vivere l’ex convivente in uno stato di terrore e paura quotidiana.

I Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato su ordinanza di custodia cautelare un agricoltore 47enne di Romano di Lombardia , nei cui confronti il GIP del Tribunale di Bergamo ha disposto gli arresti domiciliari. Sono stati in particolare i militari della Stazione di Martinengo a condurre le indagini sull’uomo che, negli ultimi mesi, aveva reso un incubo la vita dell’ex compagna, con la quale tra l’altro aveva anche avuto un figlio.

Il 47enne, con alle spalle già un altro precedente penale per reati contro la persona per i quali la Procura della Repubblica di Bergamo gli ha contestato la recidiva, dopo la “separazione” dall’ex convivente aveva iniziato ad assumere un atteggiamento gravemente persecutorio nei confronti della stessa. Si parla di insulti, minacce e di pedinamenti, al punto tale da aver determinato la modifica delle abitudini di vita della donna, poco più grande di lui di età. La donna era così finita in una vera e propria condizione di assoggettamento psicologico, così grave da gettarla nel terrore e da limitarne le uscite e le frequentazioni.

Anche gli amici ed i conoscenti della donna, a causa del comportamento violento e persecutorio del 47enne, erano stati a loro volta vittime di tale grave comportamento di stalking. Martedì 27 i carabinieri hanno quindi notificato all’uomo il provvedimento restrittivo emesso nei suoi confronti, arrestandolo e collocandolo poi agli arresti domiciliari. Nei prossimi giorni il 47enne verrà interrogato dal GIP del Tribunale di Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA