Osio Sotto, un anno dopo Cavalcavia ancora da sistemare

Osio Sotto, un anno dopo
Cavalcavia ancora da sistemare

È ancora in attesa del previsto intervento di messa in sicurezza il cavalcavia 162 che a Osio Sotto, in via Colombo, permette ad auto e camion di scavalcare l’autostrada A4 Milano-Brescia.

L’anno scorso era scattato l’allarme per il rischio di cedimento del terreno sottostante le rampe che portano al manufatto in cemento, costruito circa 10 anni fa nell’ambito della realizzazione della quarta corsia dell’autostrada. Nell’asfalto della strada si erano formate crepe, erano apparsi ondulamenti e, inoltre, fra il manto stradale sulle rampe e il giunto con la parte in cemento del cavalcavia, si era formato un dislivello fino a un massimo di 15 centimetri.

A queste problematiche, che riguardavano sia la strada che la parallela pista ciclopedonale (per sicurezza rimasta chiusa per un certo periodo a ciclisti e pedoni) la società concessionaria dell’A4 Autostrade per l’Italia aveva messo una pezza, intervenendo nella primavera 2017 con la stesura di alcuni strati di asfalto. Per risolvere il problema all’origine, ossia il cedimento del terreno, aveva poi presentato un piano di manutenzione straordinaria che prevedeva il posizionamento, lungo i fianchi delle rampe, di pali contenitivi. Di tutto ciò, però, non è ancora stato fatto nulla.

Una pagina sull’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 21 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA