Spray urticante contro una «collega» Prostituta tenta estorsione e poi la rapina

Spray urticante contro una «collega»
Prostituta tenta estorsione e poi la rapina

Arrestata e portata in carcere una 22enne incensurata.

Nella notte i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato per tentata estorsione e rapina aggravata una prostituta rumena 22enne, domiciliata nella Bassa Bergamasca. La donna ha minacciato una sua «collega», anch’essa rumena, di 23 anni, chiedendole dei soldi per poter continuare a «esercitare» lungo una piazzola della SP 525 a Dalmine. Al rifiuto, la 22enne le spruzzava sul volto dello spray urticante, provocandole così un forte bruciore e anche uno stato di temporaneo di stordimento. Approfittando di quella condizione le rubava la borsetta, contenente degli effetti personali e del denaro contante per alcune centinaia di euro.

La ragazza rumena aggredita ha chiamato i carabinieri e ha denunciato la collega. I militari dopo una breve ricerca hanno fermato l’aggressore, che è stata arrestata in flagranza di reato con le gravi accuse di tentata estorsione e rapina aggravata. Recuperata e restituita anche la borsa. Rinvenuta e sequestrata penalmente anche la bomboletta spray. La 23enne è dovuta ricorrere alle cure mediche per le lesioni al volto riportate a causa della sostanza urticante spruzzatale in volto. Dopo le formalità di rito, la giovane 22enne veniva associata presso la Casa Circondariale di Bergamo. Nei prossimi giorni la stessa verrà interrogata dal GIP del Tribunale di Bergamo ai fini della convalida dell’arresto operato dai CC.

© RIPRODUZIONE RISERVATA