Treviglio, denunciato ladro «acrobata» Entrava nelle case arrampicandosi

Treviglio, denunciato ladro «acrobata»
Entrava nelle case arrampicandosi

Continua l’attività della Polizia di Stato per identificare i componenti della banda dei «ladri acrobati» che, come noto, anche recentemente, arrampicandosi dai tubi delle grondaie, del gas e dell’acqua entrano negli appartamenti dai balconi e dalle finestre in gran silenzio, alle volte mentre le vittime dormono.

In uno di sopralluoghi effettuati dalla Polizia Scientifica del Commissariato di Treviglio nella zona di via Cesare Battisti, dove i ladri con la refurtiva si erano calati dal balcone, erano stati individuati alcuni frammenti di impronte papillari sul vetro della finestra, frammenti che, prelevati con gli appositi accorgimenti scientifici, dopo le opportune elaborazioni nel sistema elettronico, e l’esclusione delle impronte di tutte le persone frequentanti l’appartamento, hanno permesso finalmente di identificare come componente della banda di ladri acrobati tale U.B.D. 30enne, abitante a Monza, già arrestato in passato per fatti analoghi e gravato da numerosi precedenti penali.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 12 novembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA