Treviglio, trovano 2700 euro per strada I soldi consegnati ai vigili e restituiti
Il luogo dove sono stati trovati i soldi (Foto by Cesni)

Treviglio, trovano 2700 euro per strada
I soldi consegnati ai vigili e restituiti

Nessun dubbio, nemmeno di fronte a 2700 euro sonanti. Giuseppe Anghinoni di 71 anni e la moglie Maria Bambina Giuliani, di due anni più giovane, sono stati protagonisti di una storia capace di evidenziare come ci siano ancora persone oneste e comprensive delle disavventure altrui.

Con grande onestà e spiccato senso civico hanno restituito alla polizia locale un portafogli trovato per terra, contenente documenti, bancomat e 2.700 euro, appartenenti a un operaio di origini marocchine che l’aveva perso in strada. Il ritrovamento del portafogli ha fatto felice soprattutto il suo proprietario, Khlafi Boukhari, un operaio marocchino sessantenne di Levate che lavora a Treviglio per la Tecnostrade srl, ormai rassegnato a rinunciare al viaggio in patria che aveva programmato da tempo e per affrontare il quale aveva appunto prelevato giovedì pomeriggio i soldi dalla banca. «Sono stato fortunato a trovare persone così oneste – ha commentato Khlafi Boukhari – che non finirò mai di ringraziare. Ho perso il borsellino dalla tasca ma non mi ero accorto subito. Ora potrò permettermi ancora di andare in Marocco dalla mia famiglia, partire il 19 settembre e tornare il 7 ottobre grazie a quei due veri signori».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 10 settembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA