Accende la stufa a casa Ragazzina gravemente ustionata

Accende la stufa a casa
Ragazzina gravemente ustionata

Terribile incidente domestico sabato pomeriggio in un’abitazione dell’hinterland cittadino, dove una ragazzina è rimasta ustionata da un ritorno di fiamma, accendendo la stufa.

Il fatto è accaduto intorno alle 16,30 e la notizia si è subito diffusa nel paese dove abita perché diverse persone hanno sentito arrivare l’ambulanza e hanno seguito la fase dei soccorsi. Dai primi racconti, la ragazzina avrebbe cercato di accendere la stufa nell’abitazione, ma sarebbe rimasta colpita da un ritorno di fiamma che le avrebbe provocato ustioni importanti.

I sanitari intervenuti sul posto hanno subito prestato le cure del caso, portando poi la giovane in ospedale, a Bergamo, da dove nel tardo pomeriggio è stata trasferita – secondo una prassi consolidata del Papa Giovanni XXIII – al Centro Grandi Ustionati di Verona, una struttura particolarmente specializzata. Il trasferimento è stato effettuato da un’unità mobile di terapia intensiva della Croce Verde Città di Albino, che fornisce 365 giorni all’anno questo tipo di servizio all’Azienda Ospealiera Papa Giovanni XXIII mediante quattro ambulanze di rianimazione a disposizione 24 ore su 24.

La fiammata avrebbe infatti colpito la ragazzina coinvolgendo in modo diverso il viso, gli avambracci, il petto e le gambe. Si tratterebbe di ustioni di secondo e terzo grado.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola l’8 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA