Algua, il dramma del panificio -Foto Invaso dal fango due volte in tre mesi

Algua, il dramma del panificio -Foto
Invaso dal fango due volte in tre mesi

In Val Serina l’acqua ha invaso la strada nello stesso punto colpito dall’esondazione di maggio. In una mattina i mezzi hanno ripulito la Provinciale.

Un nuovo nubifragio ha investito, nella notte tra venerdì 3 e sabato 4 agosto, la Val Serina. I territori più colpiti sono stati Algua, Costa Serina e Serina. In particolare i danni – e quindi i disagi – più grandi hanno riguardato il piccolo comune di Algua, la cui strada, ora come a fine maggio, ha dovuto subire una chiusura forzata per permetterne la pulizia. Per non parlare di privati e attività lavorative che, una volta di più, hanno subìto la forza della natura.

La frana di Algua

La frana di Algua

I tre sindaci sono unanimi nell’esprimere il proprio rammarico e la vicinanza al panificio di Algua: i titolari avevano da poco finito di sistemare i locali, riallestendoli con nuovi macchinari, visto che quelli vecchi erano andati distrutti da acqua e fango a fine maggio, e l’altra notte la storia si è ripetuta, ma con i macchinari nuovi. Non solo: il nubifragio è cominciato verso l’1 ma si è abbattuto in modo violento verso le 3, quando il panificio era in piena attività: è stato quindi solo un caso fortuito che i lavoratori si siano accorti di quanto stava avvenendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA