Bergamo semivuota, funicolare ferma Alzano: ringrazio chi ha chiuso

Bergamo semivuota, funicolare ferma
Alzano: ringrazio chi ha chiuso

Bergamo si è risvegliata praticamente semideserta martedì mattina 10 marzo: anche a seguito dell’appello del sindaco Giorgio Gori, la maggioranza dei negozi è chiusa. Chiuse anche la funicolare che collega Bergamo Bassa con Bergamo Alta e quella che porta a San Vigilio.

L’azienda di trasporti Atb e quella tramviaria Tem stanno continuando nella sanificazione dei propri veicoli. Gli uffici di Atb e Tem, aperti al pubblico, restano invece chiusi fino al 3 aprile: fino a quella data sono stati automaticamente prorogati gli abbonamenti e i permessi.

ALZANO
«Voglio ringraziare le tante attività economiche del territorio che hanno deciso di chiudere, nonostante non sia obbligatorio farlo”: lo scrive Camillo Bertocchi, sindaco di Alzano Lombardo, uno dei comuni della Bergamasca che sembrava dovesse diventare una zona rossa per la quantità di contagi.

«Chiedo a tutti gli operatori del commercio che restano aperti - scrive Bertocchi - (anche per necessità di servizio, come gli alimentari), di utilizzare i Dpi (in particolare mascherine e guanti) per proteggere sé stessi e gli altri, prevedere all’ingresso dell’attività soluzioni per disinfezione mani dei clienti e santificare di frequente maniglie e superfici aperte al pubblico».

Anche secondo le testimonianze dei residenti, molti titolari di negozi non legati a beni di prima necessità hanno deciso di abbassare le serrande. Lo stesso, sempre secondo i cittadini, sta succedendo a Scanzorosciate e in molti paesi della provincia bergamasca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA