Caldo da bollino rosso Attenzione alla zanzara tigre

Caldo da bollino rosso
Attenzione alla zanzara tigre

Lo avevano preannunciato e lo stiamo patendo tutti: ecco il super caldo che durerà fino a domenica.

E durerà anche fino a metà della prossima settimana. I prossimi tre, quattro giorni saranno i più bollenti dall’inizio della stagione. Caldo, ma soprattutto afa in aumento, a causa delle correnti nord-africane che faranno schizzare ancora più in alto le temperature, fino a oltre 35 gradi in città.

E con l’umidità, è destinata ad aumentare anche la percezione del caldo. Per questo il Dipartimento d’Igiene e prevenzione sanitaria dell’Ats ha richiamato i Comuni, invitandoli ad attivare il Piano caldo a livello territoriale e a fare attenzione affinché siano adottati «tutti i provvedimenti finalizzati a mitigare il disagio conseguente alle sfavorevoli condizioni meteo-climatiche previste, soprattutto per le categorie più deboli e sensibili».

Se le condizioni di caldo torrido dovessero protrarsi oltre il 30 luglio, potrebbero scattare altri provvedimenti, tra cui l’attivazione di piani specifici di settore per gli ospedali e le strutture sanitarie presenti sul territorio. Le previsioni meteo annunciano infatti giornate di sole e colonnina di mercurio in ulteriore lieve aumento almeno fino ai primi giorni di agosto, anche se non si esclude la possibilità di qualche temporale soprattutto nelle ore serali e notturne, come peraltro si è già verificato nei giorni scorsi.

Il clima decisamente estivo di questi giorni porta con sé anche la possibilità di una rapida diffusione del fenomeno della zanzara tigre. Secondo i dati di Vape Foundation, divulgati da Anticimex, entro il 1° agosto l’indice potenziale d’infestazione resterà elevato in quasi tutte le città lombarde, con un valore di 3 su una scala di 5 a Bergamo. In queste settimane proseguono le operazioni di trattamento dei tombini e delle caditoie stradali da parte di Aprica, e le operazioni di disinfestazione nei parchi da parte di Ats. Sempre nei parchi sono state posizionate 60 «bat box» per attirare i pipistrelli e 80 nidi di uccelli, animali predatori che notoriamente si nutrono proprio di zanzare. Da Palazzo Frizzoni fanno sapere che sono esauriti i blister anti-larve che il Comune ha distribuito gratuitamente in questi mesi. In caso di necessità, è però possibile reperirli in farmacia. Rispetto agli anni scorsi, il fenomeno della zanzara tigre è comunque più contenuto, grazie anche alle temperature miti e poco umide degli ultimi mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA