Dal Governo 250 milioni contro i rischi «Il ponte San Michele è una priorità»

Dal Governo 250 milioni contro i rischi
«Il ponte San Michele è una priorità»

L’indicazione in un ordine del giorno legato ai 250 milioni per i viadotti del bacino del Po.

Dal Governo 250 milioni di euro per la manutenzione di ponti già esistenti e per la costruzione di nuovi nel bacino del Po, che comprende anche l’Adda. E un carattere di priorità nell’assegnazione dei fondi verrà dato ai ponti tra Calusco e Paderno e tra Colorno e Casalmaggiore (nel Parmense), come disposto nell’ordine del giorno presentato dagli onorevoli della Lega Giulio Centemero, capogruppo in Commissione Finanze, e Laura Cavandoli. «Il nostro ordine del giorno – sottolineano – non fa altro che definire delle priorità in un ambito così ampio e complesso quale è quello degli interventi sui ponti nel bacino del Po. E i ponti di Calusco e di Casalmaggiore, la cui chiusura ha prodotti effetti devastanti sulle comunità, devono avere la priorità». Il maxi stanziamento di 250 milioni è stato disposto dal ministero dei Trasporti e delle infrastrutture e sarà diviso in un quinquennio: 50 milioni ogni anno dal 2019 al 2023.


Leggi di più di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 31 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA