Ecologico ed economico Da Brembate l’idea dell’aereo del futuro

Ecologico ed economico
Da Brembate l’idea dell’aereo del futuro

Il progetto innovativo del team «Hybris» del laureando Luca Capoferri di Brembate Sopra si è aggiudicato il prestigioso premio della Royal Aeronautical Society di Londra.

L’ aereo del futuro, ecologico, meno rumoroso ed economico. Dovevano progettarlo i partecipanti al concorso indetto dalla RAeS britannica, la più antica società aeronautica al mondo. E ad aggiudicarsi il primo premio - volando direttamente a Londra per ritirarlo - è stato un team di cinque studenti del Politecnico di Milano, di cui fa parte anche il bergamasco Luca Capoferri, di Brembate Sopra, 24 anni, già allievo del liceo scientifico «Mairone da Ponte» di Presezzo (100/100 all’ esame di Stato) e laureato in Ingegneria aerospaziale nel febbraio 2015 al Politecnico di Milano, ora è prossimo alla laurea in Ingegneria aeronautica.

Insieme ad altri quattro studenti (Alberto Favier, Andrea Bernasconi, Fabio Biondani e l’ Erasmus Carmen Velarde) è nato il progetto del velivolo quadriposto a propulsione ibrida con due motori: diesel ed elettrico che fa ampio uso di batterie strutturali. «Quest’ ultime - precisa Luca - sono l’ elemento innovativo del progetto poiché oltre alla capacità di accumulare energia, sostengono carichi meccanici. E i vantaggi sono notevoli: dalla drastica riduzione delle emissioni chimiche e acustiche a quella dei costi operativi, pur mantenendo prestazioni paragonabili a quelle dei competitors».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 14 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA