Fai, gli scrigni nascosti fanno il pieno  A Gandellino più visitatori che abitanti
La centrale (Foto by Fronzi)

Fai, gli scrigni nascosti fanno il pieno
A Gandellino più visitatori che abitanti

Almeno 10 mila visitatori alla due giorni proposta dal Fai. A Gromo, Ardesio e Gandellino 2.480 persone. Nella Bassa anche due ore di coda.

Due ore in coda per poter entrare a Palazzo Nuovo, a Brignano Gera d’Adda. C’è anche chi s’è presentato con il camper, dal Veneto, per non perdersi la visita guidata del mattino. Settemila e 500 ingressi a Sarnico, duemila visitatori ad ammirare quello splendore di convento che è San Nicola, ad Almenno San Salvatore. Sono i numeri delle «Giornate di Primavera» proposte dal Fai questo fine settimana, un appuntamento che ha portato oltre 10 mila persone con il naso all’insù ad ammirare 24 angoli solitamente nascosti ai più. Dalla città alle valli, un’occasione presa al volo da tante famiglie e visitatori, provenienti da tutto il Nord Italia.

Castello di Brignano Fai

Castello di Brignano Fai
(Foto by Luca Cesni)

Con un debutto esplosivo: quello dell’alta Valle Seriana che ha totalizzato 2.480 visitatori. Un’invasione, per alcuni paesi. Come Gandellino, che soltanto ieri ha accolto 517 persone, richiamate dalla visita guidata alla parrocchiale di San Martino vescovo (il totale con sabato è di 679 visitatori), «più degli abitanti del paese», precisa Claudio Cecchinelli, capo delegazione del Fai di Bergamo, che sottolinea la «straordinaria disponibilità e accoglienza dei paesi». In Valle Seriana – a Gandellino dove oltre alla parrocchiale era aperta pure la centrale Enel (solo sabato), con 801 visitatori; a Gromo, dove Palazzo Milesi, del XV secolo, è stato visitato da 600 persone e, ad Ardesio, il santuario secentesco della Beata Vergine delle Grazie da 400 visitatori – a fare da guida sono stati 75 alunni frequentanti l’Istituto comprensivo di Gromo ed esattamente quelli delle prime classi di Gromo, provenienti da Valgoglio, Gandellino e Gromo, e gli studenti delle seconde di Ardesio. Così come ad Almenno, sono stati gli studenti a fare da ciceroni.

fai sarnico

fai sarnico
(Foto by san marco)

Se negli otto luoghi aperti dal Fai di Bergamo sono entrati 6 mila visitatori, altri 3.200 hanno potuto ammirare Palazzo Visconti a Brignano e a Sarnico si sono contate ben 7.500 visite guidate nei dieci siti che per l’occasione avevano spalancato le porte. Un vero successo, a detta degli organizzatori.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 27 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA