Fatturazioni per operazioni fantasma Madone, finisce in carcere imprenditore

Fatturazioni per operazioni fantasma
Madone, finisce in carcere imprenditore

È diventata definitiva la condanna per reati tributari e fiscali commessi a Madone da un ex imprenditore di 57 anni.

È diventata definitiva la condanna per reati tributari e fiscali commessi a Madone, dal 2009 al 2011, da parte di un ex imprenditore 57enne italiano, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio su ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Bergamo.

L’uomo, dopo la condanna per fatturazioni per operazioni inesistenti e occultamento di documenti contabili (artt. 8 e 10 D.lgvo 74/2000) emessa dal Tribunale di Bergamo, è stato appunto destinatario di un provvedimento di esecuzione per una condanna di un anno e mezzo di reclusione. Dopo le formalità di rito, il 57enne è stato accompagnato in carcere dai Carabinieri della Stazione di Brembate, competente per territorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA