Gioco d’azzardo, la febbre sale ancora Bergamo «brucia» 1.819 euro a testa

Gioco d’azzardo, la febbre sale ancora
Bergamo «brucia» 1.819 euro a testa

I dati del report Ats Bergamo: la nostra provincia al di sopra della media nazionale. E dal calcolo è escluso il gioco on line.

Continuano a spendere e lo fanno più della media regionale e di quella italiana: i bergamaschi «bruciano» ogni anno 1.819 euro a testa per il gioco d’azzardo. Una cifra pro capite che supera il dato lombardo pari a 1.748 euro e quella nazionale di 1.475 euro. È una delle tendenze emerse nel report «100 pagine sul gioco d’azzardo-Informazioni e dati, dal generale al locale» presentato dall’Osservatorio delle dipendenze dell’Ats di Bergamo. Secondo l’ultimo dato disponibile, aggiornato al 2017, i bergamaschi in un anno hanno puntato complessivamente 1.655.822.649,26 euro, considerando solamente il gioco fisico e non quello on line.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 19 giugno 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA