La pioggia ha ripulito dallo smog Stop alle limitazioni, torna il sole (per poco)

La pioggia ha ripulito dallo smog
Stop alle limitazioni, torna il sole (per poco)

Da lunedì le limitazioni temporanee al traffico e al riscaldamento domestico non sono più attive. E da martedì ritorna il cielo sereno (ma per poco).

Questo grazie alla pioggia e al vento, arrivati sulla provincia negli ultimi giorni: i livelli delle polveri sottili sono così rapidamente precipitati, rientrando nei limiti fissati dal Protocollo antismog e dall’Ue.

Per due giorni di fila, il Pm10 è rimasto sotto i 50 microgrammi per metro cubo, pertanto Arpa ha disposto la sospensione delle misure riguardanti la circolazione di auto e l’utilizzo di stufe e camini a legna e pellet. Le concentrazioni non solo si sono abbassate, ma si sono allontanate di parecchio dal tetto indicato dall’Unione europea: dopo i 43,4 microgrammi per metro cubo di venerdì, la media provinciale (che nei giorni scorsi aveva toccato addirittura quota 108) sabato è arrivata a 28,6. Per quanto riguarda i livelli cittadini, la stazione di rilevamento di via Garibaldi, che nei giorni scorsi aveva toccato addirittura 234 microgrammi per metro cubo, venerdì è precipitata a 43 e sabato a 24, mentre la centralina di via Meucci, dopo aver raggiunto il picco di 204, è giunta venerdì a 37 microgrammi per metro cubo e sabato a 23.

Dunque da lunedì saltano le seguenti disposizioni: il divieto di circolazione dei veicoli diesel euro 0, 1 e 2 sette giorni su sette, per i diesel euro 3 dalle 7,30 e fino alle 19,30, se commerciali dalle 7,30 alle 9,30 e dalle 18 alle 19,30; il divieto di sostare con il motore acceso. Per quanto riguarda, invece, le forme di riscaldamento domestico attraverso biomasse, è annullato il divieto di utilizzo (se nell’abitazione c’è un impianto di riscaldamento alternativo) se le prestazioni energetiche dell’impianto a legna o pellet non rispettano i valori della classe 4 stelle. Salta anche l’obbligo di abbassare la temperatura a 19° (con tolleranza di 2°) sia nelle abitazioni sia negli spazi commerciali. Infine, stop al divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

Queste disposizioni non sono più in vigore poiché il protocollo antismog è stato disattivato, ma restano le limitazioni regionali previste ogni anno nel corso della stagione termica (quella cioè dal 15 ottobre al 15 aprile), durante la quale ogni anno i mezzi a benzina Euro 0 e i diesel Euro 0, 1 e 2 devono restare fermi dal lunedì al venerdì, dalle 7,30 alle 19,30.

Intanto il meteo riporterà bel tempo sul nostro territorio: dopo un lunedì ancora nuvoloso, da martedì torna il sole salvo foschie e nebbie mattutine. Un cielo sereno che non avrà lunga permanenza al Nord: alla fine della settimana è prevista una nuova ondata di piogge e tempo variabile. Nello specifico tra mercoledì e giovedì il maltempo si estenderà progressivamente da Ovest verso Est, colpendo però in modo particolare il Centrosud. Farà anche abbastanza freddo, con fiocchi di neve a tratti in collina al Nordovest, specie in Piemonte, e neve sotto i 1000-1200m anche al Centro. Il tutto ancora una volta accompagnato da un generale rinforzo dei venti, con raffiche di oltre 70-80km/h sui mari.

Questa situazione molto dinamica e instabile ce la porteremo dietro almeno fino a venerdì prossimo, poi nel weekend l’alta pressione potrebbe tentare una graduale rimonta portando tempo più stabile, specie al Centronord, ma nel frattempo il clima si dovrebbe mantenere freddo per venti dai Balcani, con il Nord ancora colpito dalla nuvolosità e possibili nuove piogge.


© RIPRODUZIONE RISERVATA