Le gemelline siamesi e il piccolo Daniele Storie che commuovono i bergamaschi

Le gemelline siamesi e il piccolo Daniele
Storie che commuovono i bergamaschi

Due notizie hanno riempito di gioia il cuore dei lettori. Le piccole nate siamesi e separate con un intervento straordinario al Papa Giovanni, e il bambino che a Clusone è nato in automobile, durante la corsa verso l’ospedale di Piario

Due storie di bambini che hanno commosso i bergamaschi. Da mercoledì 7 febbraio, Bergamo e l’Italia parlano delle gemelline siamesi nate a Bergamo nella scorsa estate, e separate con un intervento straordinario portato a termine all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Le gemelline hanno superato bene i primi giorni post intervento, e nonostante la prognosi resti comprensibilmente riservata ci sono buone speranze che la loro vita possa proseguire normalmente.

Ma non solo: c’è un’altra storia a lieto fine che sta riempiendo di gioia il cuore dei lettori. È la storia di Daniele, il piccolo venuto alla luce nel pomeriggio di martedì 6 febbraio a Clusone. Il termine della gravidanza era previsto per il 20 febbraio, ma Daniele ha avuto decisamente fretta: i primi «segnali» , la corsa in auto verso l’ospedale di Piario, la rottura delle acque e la nascita, tutto in pochi minuti. Il neonato è stato avvolto dai genitori in una sciarpa, e poi preso in cura dall’ambulanza giunta sul posto. A questi tre bimbi gli auguri di tutti i bergamaschi, per una vita piena di felicità.


Approfondimenti acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’8 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA