Messi e la misera colletta tra i milionari Datome: «Meglio se si sposava al Pilo...»

Messi e la misera colletta tra i milionari
Datome: «Meglio se si sposava al Pilo...»

Con un ironico post su Facebook il capitano della nazionale di basket Gigi Datome, visti i miseri proventi delle offerte degli invitati milionari al matrimonio di Messi, avrebbero raccolto di più al torneo bergamasco King of The Pilo.

Meglio il «King of tThe Pilo» del matrimonio di Lionel Messi. L’ironica provocazione viene dal capitano della nazionale di basket Gigi Datome che, reduce della bella esperienza vissuta poche settimane fa a Bergamo proprio nel torneo di tre contro tre orobico, ha postato su Facebook un ringraziamento alla generosità dei bergamaschi. In quell’occasione, infatti, il campione azzurro, oltre a pagare il pegno di una scommessa persa su Twitter, avviò una raccolta fondi destinata a un’associazione di genitori di persone affette dalla sindrome di Down (Agpd), raccogliendo in sola una giornata sul campetto di via Pilo ben 8.585 euro (a cui vanno sommati i 500 euro donati da Ubi Banca tra gli sponsor della manifestazione). Una somma di pochissimo inferiore a quella raccolta tra i 260 invitati «milionari» al matrimonio della star del calcio mondiale Lionel Messi.

Luigi Datome

Luigi Datome
(Foto by Gian Vittorio Frau)

Per il giorno del fatidico sì, la «Pulce» del Barcellona, aveva chiesto a tutti di non portare regali ma di fare un’offerta a una Ong argentina, la Techo. L’appello è stato raccolta ma la cifra raccolta è stata imbarazzante: 10mila euro in totale, circa 37 euro a testa. Contando che non si trattava certo di un matrimonio «normale», tra i presenti c’erano i compagni di squadra del calibro di Neymar, Suarez, Fabregas, Mascherano, Puyol e Shakira con il marito Gerard Piqué (solo per citarne alcuni), si comprende in un istante come Luigi Datome, seppur in modo ironico, con il suo post abbia fatto ancora una volta centro. «Se si fosse sposato al King Of The Pilo avrebbe raccolto di più! Ancora grazie a tutti i bergamaschi!». Come dargli torto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA