Neve, l’allerta del Soccorso alpino: «Attenti, in montagna con sicurezza»

Neve, l’allerta del Soccorso alpino:
«Attenti, in montagna con sicurezza»

La neve caduta da inizio novembre e quella prevista tra il 14 e il 18 novembre ha anticipato le condizioni tipicamente invernali sulle Alpi Lombarde.

Nonostante la bellezza paesaggistica della situazione solleciti l’attività escursionistica, queste condizioni possono celare anche diverse insidie. Lo dice il Soccorso alpino e speleologico che ricorda: «Per muoversi in sicurezza in un ambiente invernale bisogna avere il giusto equipaggiamento e una preparazione adeguata, in particolare occorre avere con sé e anche sapere utilizzare i dispositivi di soccorso in caso di valanghe, con pala e sonda.»

«Le nevicate recenti sono state oggetto di una rotazione dei venti da nord e questo ha favorito l’incremento di accumuli e lastroni al di sotto delle creste e dorsali, nonché in canali e avvallamenti – spiegano ancora dal Soccorso alpino –. Il manto nevoso risulta quindi discontinuo e poco consolidato. Pertanto accumuli e lastroni di nuova formazione, presenti a tutte le esposizioni, si possono staccare spontaneamente o cedere al passaggio di un singolo sciatore o escursionista».


© RIPRODUZIONE RISERVATA