Niente escursioni a Valbondione Le vieta un’ordinanza del sindaco

Niente escursioni a Valbondione
Le vieta un’ordinanza del sindaco

Da giovedì 7 maggio chi desidera recarsi in montagna nel Comune di Valbondione, per attività fisica o motoria, non potrà raggiungere il paese in automobile, ma solo a piedi o in bicicletta , lasciando l’auto fuori dal confine comunale.

Lo stabilisce una ordinanza della sindaca Romina Riccardi. Per il sindaco di Valbondione il notevole flusso non gestibile di avventori in paese potrebbe favorire la diffusione del coronavirus. «Non avendo avuto chiarimenti dalla Regione su come gestire il flusso degli escursionisti – ha spiegato Riccardi -, notando che i parcheggi comunali in questi giorni erano occupati da decine di auto di persone in gita, ho emesso l’ordinanza. Ricordo in merito che nel lecchese ben 80 sindaci su 88 hanno preso la mia stessa decisione e sì che là ci sono stati meno decessi che da noi. Ora quindi la polizia municipale presterà controlli ai confini di Valbondione ,in contrada Fiumenero , bloccando le auto di escursionisti o di chi intende fare sport».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’8 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA