Niente sigarette nei parchi pubblici «Così tuteliamo la salute dei bimbi»

Niente sigarette nei parchi pubblici
«Così tuteliamo la salute dei bimbi»

Madone, scatta il divieto di fumare sigarette nei giardini del paese. Il sindaco: così evitiamo modelli insalubri.

Se fino a qualche tempo fa non era poi così insolito vedere qualche genitore con la sigaretta accesa, seduto su una panchina del parco a guardare i figli divertirsi, ora a Madone questo non può più accadere. Un’ordinanza del sindaco Luigi Ferreri vieta infatti di fumare nelle aree destinate al gioco dei bambini e dei ragazzi, nei parchi e giardini pubblici, nonché nelle aree di pubblico utilizzo di tutto il territorio di Madone.

«È una decisione che guarda al futuro dei nostri ragazzi – spiega il primo cittadino –. Vogliamo tutelare la salute dei bambini garantendo loro l’utilizzo delle aree gioco all’interno dei giardini pubblici, lontano dai rischi legati all’esposizione al fumo passivo di sigaretta e da modelli di comportamento insalubri».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 novembre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA